Truffe agli anziani: consigli per evitarle

anziani salvavita
Truffe agli anziani: consigli utili e pratici per aiutare i nostri anziani a riconoscere i raggiri più diffusi ed intervenire prontamente.

Semplici ma efficaci consigli per evitare le ricorrenti truffe agli anziani.

Chiamare le forze dell’ordine
Il primo consiglio è quello di non esitare a contattare le forze dell’ordine quando non si è sicuri della persona che sta dietro la propria porta oppure non aprire la porta e chiudere tutti gli infissi. Spesso gli anziani vengono raggirati da malviventi travestiti da semplici postini per recapitare pacchi a nome di familiari e nipoti. Meglio chiamare prima la persona interessata e chiedere conferma.

Attenzione ai funzionari e operai
I fornitori di acqua, luce e gas non arrivano mai a casa dei clienti senza preavviso telefonico o via posta. Lo stesso discorso riguarda le forze dell’ordine: Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza operano in coppia e in divisa, meglio non aprire se non mostrano il tesserino riconoscibile.

Attenzione al bancomat e in posta
Molti anziani ritirano la pensione in posta ed escono dagli uffici con ingenti somme di denaro contante, senza prestare attenzione a metterlo subito al sicuro. Meglio quindi farsi accreditare la pensione direttamente sul conto corrente. Inoltre, quando si è ad un bancomat per prelevare, è sempre meglio farsi accompaganre da una persona fidata, amico o familiare, ed evitare che persone sconosciute si avvicinino per prestare aiuto. Attenzione ai poliziotti in borghese che vogliono controllare le monete in casa o dopo il prelievo al bancomat per scovare eventuali numeri di matricola con problemi.

Contratti falsi
Mai firmare documenti poco chiari, con molte clausole, asterischi e informazioni scritte in piccolo e poco chiare. Dopo la firma non si torna indietro! Se il tentativo di far firmare il documento viene appoggiato dalla verifica via telefono non accettate suggerimenti.


Truffe telefoniche
Solitamente i malfattori si camuffano e si presentano come autorità, enti o familiari. Nella maggioranza dei casi chiedono soldi in forma di prestito o di rimborsi; bonifici a conti bancari. In caso di dubbio, contattare immediatamente un familiare fidato e le forze dell’ordine che provvederanno a fare i dovuti controlli.

Un’ulteriore raccomandazione per la sicurezza degli anziani e la loro serenità è di acquistare un salvavita che possa mettersi in contatto il più rapidamente possibile con i parenti e/o le forze dell’ordine competenti.

Troppo spesso la cronaca racconta di anziani derubati e malmenati.
Grazie ai moderni salvavita e ai telefoni per anziani, i familiari ricevono l’emergenza con il luogo preciso in cui è avvenuto l’episodio. 

https://www.6sicuro.it/assicurazioni/truffe-agli-anziani