Lo sport in età avanzata

Sport anziani
“Come raggiungere un traguardo? Senza fretta, ma senza sosta” (Goethe)

Nell’anziano una regolare attività fisica aiuta a contrastare il naturale logoramento del corpo. È allo stesso tempo uno strumento di prevenzione e di terapia che deve essere controllata in base all’’età e alle condizioni fisiche di chi la pratica.

In particolare lo sport riduce il rischio di morte improvvisa, per infarto o per malattie cardiache in generale; diminuisce fino al 50%, il rischio di sviluppare il tumore del colon e il diabete di tipo 2.
– Aiuta a prevenire l’ipertensione e a diminuire la pressione in chi già ne soffre; induce un maggior rilascio di mediatori neurormonali quali endorfine e serotonina, che conferiscono una sensazione di benessere generale (ottimo strumento contro ansia, stress e depressione).
– Favorisce la socializzazione, contrastando così la solitudine.
– Migliora il tono muscolare, la capacità di movimento e l’equilibrio, riducendo il rischio di caduta. Secondo gli esperti sono sufficienti 30 minuti di movimento al giorno per almeno cinque volte a settimana, ottenendo dei visibili benefici nella persona. In caso di problemi di mobilità o disabilità, le attività più raccomandate sono il nuoto, gli esercizi in acqua o lo stretching.

Accanto ai programmi formali di attività fisica, è bene incoraggiare l’anziano ad avere uno stile di vita più attivo nella quotidianità come camminate lunghe e a passo moderato.

Si raccomanda sempre, prima di inziare una qualsiasi attività motoria, di eseguire accertamenti da un medico competente.

Gli esami princiapli sono:
1) elettrocardiogramma da sforzo
2) 6 minute walking test: utile sia in fase preliminare per valutare le capacità della persona, sia durante i controlli periodici per determinare i progressi
3) valutazione globale per tutti gli uomini sopra i 40 anni e le donne che hanno superato i 50 anni, che vogliono intraprendere un programma di esercizi ad alta intensità.

https://www.corriere.it/salute/cards/quali-sono-sport-piu-adatti-anziani/i-benefici-sport-gli-anziani_principale.shtml

Mantenersi in salute da anziani

salute anziani
“Ho deciso di essere felice perché fa bene alla mia salute.” (Voltaire)

Ecco un semplice vademecum per incrementare la salute e il benessere delle persone anziane.
Di seguito vengono suggerite delle azioni quotidiane, riferite a persone in buona salute e senza particolari problemi fisici, per aiutare i nostri anziani a vivere più a lungo e felici.

1. La buona salute parte, salvo complicazne personali, da uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta e semplice. In particolare si suggerisce di mangiare alimenti vari e di stagione, ove possibile; alternare proteine animali e vegetali: assumere con regolarità quotidiana frutta e verdura. Alcuni accorgimenti utili a prevenire pressione alta e sovrappeso si riferiscono soprattutto alla riduzione del sale, preferendo quindi spezie e aromi; bere una quantità sufficiente di acqua (circa 1 litro e mezzo al giorno)

2. Fare attività fisica costante

Non è necessario andare in palestra o fare attività fisiche intense, ma mantenere un livello di movimento quotidiano, anche leggero! Sono consigliate soprattutto camminate, gite in bici e nuoto.

3. Hobby

Mantenere attivi hobby, interessi e fare nuove attività aiuta gli anziani a restare mentalmente attivi, diminuendo il progressivo invecchiamento cerebrale.

4. Le cure giuste

Non esistono “pozioni magiche” per guarire le malattie, ma i farmaci e i medici. Rivolgetevi sempre a professionisti del settore ed evitatate cure miracolose che non vengono prescritte da un medico competente.

5. Casa sicura

La casa è il luogo dove l maggior parte degli anziani trascorre il tempo. Per questo è importante adeguare l’arredamento all’età dell’anziano come ad esempio installare un montascale, manici all’interno delle doccie, poltrone elettriche etc..

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_26_allegato.pdf