Giornata Mondiale dell’Osteoporosi 2021

Giornata Mondiale dell'Osteoporosi

Il 20 Ottobre si celebra la Giornata Mondiale dell’Osteoporosi (WOD), una patologia in forte crescita nel mondo. L’Osteoporosi è una patologia dello scheletro che colpisce per lo più individui sopra i 50 anni, ma può comparire fin dall’adolescenza.

I propositi della Giornata

Dal 1996, quando è stata sancita dall’International Osteoporosis Foundation (IOF), questa giornata è volta a sensibilizzare sull’importanza della salute delle ossa.

Specialmente in questo periodo di emergenza sanitaria, le conseguenze di questa malattia possono rivelarsi ancora più pericolose e pertanto è bene che tutti possano conoscerla meglio e adottare così regimi di prevenzione. Affrontare delle fratture, soprattutto nei soggetti anziani e più fragili, è reso ancor più difficile dalle restrizioni precauzionali cui dobbiamo attenerci per far fronte all’epidemia da Coronavirus.

Cos’è l’Osteoporosi

Si tratta di una malattia che va a ridurre lentamente la massa ossea, deteriorando il tessuto osseo ed aumentando quindi la fragilità dello scheletro. Il rischio relativo è l’insorgere di fratture, anche in seguito a urti o cadute di lieve entità. Le fratture da fragilità per osteoporosi hanno rilevanti conseguenze. Nel corso della vita, circa il 40% della popolazione incorre in una frattura di femore, vertebra o polso, in maggioranza dopo i 65 anni. Nel 2017 la spesa annuale per fratture causate da Osteoporosi nel mondo è stata di circa 10 miliardi di euro.

Osteoporosi in Italia

In Italia il 23% delle donne oltre i 40 anni e il 14% degli uomini ultra 60enni è colpito da Osteoporosi. In tutto ne sono affette circa 5.000.000 di persone, di cui l’80% sono donne in post menopausa. Dopo i 50 anni, una donna su 3 e un uomo su 5 corrono il rischio di frattura per osteoporosi. In media, nel mondo, se ne verifica una ogni 3 secondi. Questi numeri sono in crescita (anche in relazione all’aumento delle aspettative di vita).

Diagnosticare l’Osteoporosi

Come si fa a diagnosticare l’Osteoporosi? Purtroppo si tratta di una malattia “silenziosa”, priva di sintomi evidenti: molte persone non sanno di averla e lo scoprono quando è troppo tardi, cioè al verificarsi di un incidente che porta a frattura. La conseguenza è l’amplificazione del trauma, ovvero l’alterazione della propria quotidianità, episodi di dolore, eventuale disabilità e la perdita di indipendenza da parte della persona. Per questi motivi è essenziale ricorrere a controllo e prevenzione.

La MOC

Diversi esami possono aiutare a diagnosticare la malattia, ma l’esame più importante è la MOC (Mineralografia Ossea Computerizzata). E’ il medico a prescrivere il controllo, se ritiene che i soggetti possano avere un sospetto di una patologia del sistema scheletrico. Tutti gli individui oltre i 65 anni rientrano nei programmi di prevenzione dell’Osteoporosi. Questo poiché la quantità di calcio nell’organismo va a diminuire con l’avanzare dell’età. Per tenere sotto controllo questo valore, l’esame viene eseguito nuovamente dopo 16 o 36 mesi.

La MOC è consigliata anche a donne con amenorrea per più di sei mesi consecutivi, in caso di menopausa precoce (prima dei 45 anni) o se in famiglia ci sono stati casi pregressi di individui che hanno subito fratture per traumi lievi anche prima dei 75 anni d’età.

Prevenire l’Osteoporosi

E’ bene cercare di prevenire l’insorgere dell’Osteoporosi fin dall’adolescenza, che è il periodo di costruzione della massa scheletrica. La prevenzione diventa ancor più importante in caso di condizioni di maggior rischio come:

  • Predisposizione genetica
  • Episodi di fratture non dovute a traumi intensi
  • Assunzione di cortisonici
  • Menopausa precoce

Un corretto stile di vita

In generale, adottare un corretto stile di vita aiuta a mantenere in salute il corpo e le ossa, prevenendo le complicazioni delle scheletro tipiche dell’età avanzata. E’ consigliato:

  • Non fumare: il fumo è nemico delle ossa e amplifica il rischio di malattie cardiovascolari. Può anticipare la menopausa e quindi i disturbi connessi. Il fumatore raddoppia il rischio di fatture in seguito a traumi.
  • Svolgere attività fisica regolarmente: cercando di conservare il nostro peso forma, andremo a combattere l’osteoporosi e ridurre i rischi di fratture su caduta. Fare attività fisica significa favorire un miglior funzionamento del cuore, dei polmoni, dei muscoli e anche delle ossa.
  • Mantenere abitudini alimentari sane: che favorisca il mantenimento del peso e la salute dell’osso. Durante la menopausa e con l’avanzare dell’età, le esigenze di calcio aumentano: gli esperti suggeriscono di portare la dose quotidiana da 1000mg a 1500mg.

Alimentazione ricca di Calcio

Per prevenire l’Osteoporosi è bene assumere alimenti ricchi di calcio. I latticini sono una buona fonte, ma non sono assolutamente l’unica: lo sono anche le verdure a foglia larga, ad esempio il cavolo, la frutta secca, le arance, i legumi come ad esempio la soia, ma semplicemente anche l’acqua.

Allo stesso tempo non va bene consumare alimenti che contengono elevate quantità di sodiofosforo: limitiamo la carne rossa, i cibi elaborati, ricchi di conservanti e le bevande gassate. Un eccesso di fosforo accelera la perdita di calcio e magnesio nelle ossa. Evitando eccessi di sodio, aiuteremo la nostra pressione sanguigna a mantenersi stabile. Attenzione quindi alle carni conservate, come i salumi, ai sostituti del pane, i dadi, i prodotti in salamoia e gli snack salati.

Dobbiamo assumere vitamina D, che facilita l’assorbimento di calcio e fosforo a livello intestinale e ci aiuterà quindi a contrastare l’Osteoporosi.

La MOC è un esame importante per diagnosticare l'Osteoporosi

Giornata Mondiale dell’Osteoporosi: iniziative in Italia

La FIRMO

In occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, la Fondazione Italiana Ricerca sulle Malattie dell’Osso organizza da circa dieci anni varie iniziative su tutto il territorio Italiano. La FIRMO è l’associazione referente dell’IOF per l’Italia.

Alle ore 11.00 del giorno 20 ottobre, ha indetto una tavola rotonda dal titolo “Fratture da Fragilità: una battaglia quasi vinta“, in collaborazione con la Coalizione Frame. L’evento si terrà presso l’Istituto Sturzo di Roma, moderatore la Professoressa Maria Luisa Brandi. La tavola rotonda sarà l’occasione per presentare le Linee Guida per la gestione delle frattura da fragilità.

Gli appuntamenti online

Per via delle precauzioni dovute all’epidemia da Coronavirus, gli impegni tradizionali dal vivo hanno lasciato il posto ad un’agenda di appuntamenti online distribuiti nel mese di Ottobre.

Sulla pagina Facebook FIRMO è possibile seguire incontri virtuali con focus sulle necessità dei pazienti, le osservazioni dei clinici specialisti e l’importanza del ruolo delle istituzioni quale sostegno per quei cambiamenti indispensabili ad una lotta efficace contro l’Osteoporosi.

That’s Osteoporosis” – questo il titolo della campagna mondiale che punta a mettere in evidenza immagini e storie dal forte impatto emotivo di persone reali che convivono con l’Osteoporosi in tutti i paesi del mondo.

Sarà possibile seguire l’evento in diretta online dalla pagina Facebook della Fondazione FIRMO o collegandosi alla diretta streaming cliccando qui ed inserendo il codice 123456.

Gruppo Centro di Medicina

In occasione della Giornata Mondiale dell’osteoporosi, il Gruppo Centro di Medicina, rete di strutture sanitarie private e convenzionate, lancia una campagna di prevenzione e sensibilizzazione: densitometrie ossee a disposizione gratuita nelle sedi dove è presente il servizio.

La Densitometria Ossea

La Densitometria Ossea è un esame assolutamente indolore, dura pochi minuti e non richiede preparazione alcuna. Eseguito da un medico specialista, viene integrato con una valutazione clinica in modo da impostare la terapia adeguata per il paziente.

Fondazione Onda

Fondazione Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi coinvolge oltre 90 ospedali con i Bollini rosa per offrire servizi gratuiti ed informativi, conferenze e distribuzione di materiale informativo.

Obiettivo di questa iniziativa, giunta alla sua 6a edizione, è sempre quello di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione primaria, attraverso l’adozione di corretti stili di vita fin dalla giovanissima età.

Consultate il sito www.bollinirosa.it per conoscere tutti i servizi offerti in occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, avere indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione.

L'Osteoporosi colpisce il sistema scheletrico